Tematiche

Obiettivo del Premio

L’obiettivo del presente concorso è la realizzazione del bozzetto di una banconota immaginaria sul tema "Il valore della conoscenza" in chiave economico-finanziaria.

Il bozzetto dovrà essere corredato da una relazione accompagnatoria che illustri il percorso seguito dai ragazzi nel progetto.

Il bozzetto dovrà essere ispirato a un argomento da scegliere tra quelli di seguito proposti, che dovrà essere rappresentato nelle differenti aree della banconota in maniera omogenea e armonica.

L’insieme dei grafismi e dei colori impiegati dovrà evidenziare una colorazione dominante, mentre il colore del supporto cartaceo dovrà rimanere bianco.

Argomenti da sviluppare

Con questa edizione del Premio s’intende consentire agli studenti e ai loro insegnanti di sviluppare una riflessione sulla conoscenza, elemento intrinseco al percorso scolastico e, al contempo, argomento di grande attualità in chiave economico finanziaria, che bambini e ragazzi potranno declinare ciascuno in rapporto agli obiettivi formativi annuali.

Scuole primarie

Gli alunni delle scuole primarie saranno chiamati a riflettere su come la conoscenza sia connessa alla crescita, in un processo virtuoso individuale ma anche collettivo. La scelta dell’argomento su cui sviluppare un bozzetto avverrà tra i seguenti:

  • Conoscere e crescere, tutti insieme.
  • I frutti della conoscenza.
  • Il gioco della conoscenza.

Conoscere e crescere tutti insieme significa confrontarsi, aprirsi al nuovo, esplorare nuovi contesti; significa anche scoprire abitudini personali e sociali e acquisire, attraverso il gioco, i concetti di condivisione e proprietà, i significati di “bene” e di “servizio”. Se è vero poi che i frutti dell’albero della conoscenza influenzano le nostre scelte e i nostri comportamenti, è anche vero che conoscere è un gioco senza fine le cui regole si apprendono giocando.

Scuole secondarie

I ragazzi delle scuole secondarie di primo grado dovranno confrontarsi con il valore dell’investimento in conoscenza per sé stessi ma anche per gli altri. La scelta dell’argomento su cui sviluppare un bozzetto avverrà tra i seguenti:

  • Imparare costa, ma rende.
  • La conoscenza accende il futuro, il mio e quello degli altri.
  • Più so, più ho: la conoscenza arricchisce la mia vita e il mio futuro.

Imparare richiede impegno ed energia per affrontare su basi solide il futuro, contribuire alla crescita comune con azioni volte a “costruire valore” ciascuno nel proprio contesto familiare e sociale.

Scuole secondarie di secondo grado

Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado saranno chiamati a valutare il complesso equilibrio tra la rapidità di accesso alle informazioni, i modi e i tempi dell’assimilazione e il relativo arricchimento del bagaglio conoscitivo di ciascuno. La scelta dell’argomento su cui sviluppare un bozzetto avverrà tra i seguenti:

  • Dalla società dell’informazione alla società della conoscenza.
  • La conoscenza e le sfide di oggi: demografia, tecnologia, globalizzazione.
  • La rete rende superflua la conoscenza?

I cambiamenti globali e la crescita tecnologica pongono interrogativi importanti su cosa significhi oggi cultura e conoscenza. La rete ha esteso gli orizzonti dell’informazione e dell’apprendimento ma è aperto il dibattito sulla sua funzione educativa.

Dimensioni ed elementi principali

Le dimensioni del bozzetto dovranno essere pari a 220 x 120 mm.

Il bozzetto dovrà essere realizzato secondo le indicazioni fornite nelle sezioni successive contenenti le istruzioni operative suddivise per categorie di partecipazione.

Relazione accompagnatoria

Il bozzetto dovrà essere corredato da una breve relazione accompagnatoria che illustri il percorso seguito dalla classe nella definizione del progetto, le motivazioni delle scelte adottate, il messaggio che s’intende trasmettere nonché ogni altro elemento che si ritenga necessario all’illustrazione e alla valorizzazione del lavoro svolto. La relazione dovrà riportare, nell’intestazione, l’indicazione del tema principale sviluppato e non superare il totale di 6000 caratteri.

Alla fine della relazione accompagnatoria dovrà essere sintetizzato il "messaggio" che si vuole trasmettere, max 200 caratteri compresi gli spazi, che costituirà la didascalia del bozzetto (riportata poi nella Mostra e nel Catalogo di tutti i lavori pervenuti).